Ci eravamo lasciati con i video incestuosi di Riley Reed. Che bello. Spero che abbiate già iniziato a mettere a frutto la mia guida.

Prima di proseguire, voglio suggerirvi di esercitare entrambe le mani. Oltre ad annullare la sproporzione tra gli avambracci, scoprirete che la smanettata col mancino provoca sensazioni completamente diverse. Questo a causa della curvatura del pene e della differente coordinazione delle due mani.

Riprendiamo più rapidi della fuga di Uomosigla di fronte al sapone

Al Decimo posto: Krystal Boyd.

Fascino dell’Est. Lineamenti sottili, corpo longilineo. Bellissima. Dedita a ogni guisa di fornicazione, ha un partner fisso che la fa felice a colpi di minchia in tutti i suoi video. Consigliata per: i monogami. Quei sottosviluppati che credono ancora nella monogamia. Quei malati.

Al numero 9: Chelsie Rae.

Nella classifica di Pornhub si trova in una posizione assurdamente bassa (1000 e oltre). É vero, di viso e di fisico sarà anche inferiore ad altre pretendenti; ma io ho visto oltre l’esteriorità, ho superato la barriera fenomenica e ho contemplato il noumeno: ciò che la rende degna di questa posizione è la sua totale assenza di dignità che le ha permesso di fare video in cui raggiunge livelli impensabili di umiliazione e sottomissione: gangbang orale con tanto di ciotola per cani colma di sperma e uomo che la tiene al guinzaglio, costringendola a leccare tutto. Uomo che la tiene ancora una volta al guinzaglio mentre una ventina di uomini a turno le sbattono il wurstel nel panino per poi condirlo alla fine con una spruzzatina di maionese. Insomma, é la pornostar giusta se amate la donna sottomessa, violentata, umiliata (ehi tu, finto buonista che stai leggendo con la faccia schifata mentre pensi “che schifo! Io sono per la parità dei sessi!”: vedi di smettere subito, che tanto so che ti viene duro quando guardi 50 sfumature di grigio da solo, munito di fazzolettini per piangere come le checche).

Ecco! La numero 8! La mia Musa ispiratrice delle più recenti sessioni notturne di fap fap: Jynx Maze!

Fisico indescrivibile. Culo rotondo e sodo, talmente eccitante al solo pensiero, che una volta l’ex papa Ratzinger ha dichiarato: “a volte, mentre mi masturbo sulle foto di mio nipote di 7 anni, mi ritrovo a pensare al culo di Jynx Maze. È più forte di me: è come una calamita, e io sono un chiodino in balìa della sua forza elettromagnetica. So bene che è peccato pensare a una donna e alle sue nudità più indicibili”. Di Jynx Maze, consiglio il video “Jynx Maze – Lemonade Stand” (non so se sia il titolo esatto, ma se lo cercate su Pornhub lo trovate sicuramente, dura 31 minuti), in cui si fa sbattere a 90 con tutta la naturalezza da dietro la tenda di un baracchino, mentre vende la limonata ai clienti. Da guardare quando: non ha importanza. Guardatela. Ho detto Guardatela. Giuratemi sulla dignità di Uomosigla che guarderete i suoi video.

Al Settimo Posto: Irina Bruni.

Non c’è nulla da dire su Irina. Giovanni Arpini, un critico d’arte, sostiene che commentare un’opera d’arte equivarrebbe a sminuirla, a ridurla a un cumulo di parole arbitrariamente proferite e di portata trascurabile. Ecco, io su quell’opera d’arte che è Irina Bruni, due parole mi sento di dirle: Lurida Cagna. Da guardare quando: vuoi rifugiarti nell’arte per dimenticare lo schifo che fai.

Kennedy Leigh sfiora l’anelatissima Top 5: sesto posto per lei.

Lei è una delle raccomandate di questa classifica. Ebbene, ho fatto favoritismi. È vero, ho asserito che se non te lo fai spingere nel retto e non fai le seghe coi piedi non sei nessuno. Ma Kennedy Leigh me lo indurisce troppo. Scusatemi. Giudicatemi pure come incoerente. Me lo merito. Da guardare quando: hai il fetish per i raccomandati, come Francesco Sole, ma non vuoi dare sfogo al tuo lato omosessuale.

ED ECCO PORCODDIO LA TOP 5:

Al numero 5: Mia Malkova.

Viso di fata, elasticità che le consente posizioni di penetrazione improbabili ed entusiasmo da vendere. Ingredienti più che sufficienti per garantirle il quinto posto. È uscito da poco più di un anno il suo primo video in cui le stappano il buco del culo nel senso di marcia da fuori a dentro. Da guardare quando: sogni posizioni di penetrazione da contorsionista quando fai sesso con la tua dolce metà, ma in due siete meno elastici di Papa Giovanni Paolo II. Da morto.

Al quarto posto: un’altra raccomandata: Kimber Day.

È bellissima. Capelli arancioni, occhi azzurri e viso innocente (in realtà è troia, si vede). I suoi video non verranno ricordati nei secoli, ma ho un debole per lei. Quindi zitti. Da guardare se: sei un masturbatore malinconico e in cerca di affetto.

PO-DIO CANE

Sul gradino più basso nel podio sale l’ultima delle mie raccomandazioni: Aleska Diamond.

Non è molto famosa, e non è neanche bellissima di viso (di fisico sì). Però mi ricorda il mio primo innamoramento, quando ho fatto la mia prima dichiarazione amorosa, quando quella brutta puttana mi ha rifiutato. Me la ricordo bene porca madonna, e adesso godo nel vederla soffrire mentre un tronco di 30 cm le trapana il culo (anche se non é lei in persona, é il senso metaforico che conta). Da guardare quando: no, non la guardare, smettila! È la mia fidanzata! Smettila! Girati dall’altra parte! Ah già… Mi ha rifiutato.

La medaglia d’argento va a: SashaGrey.

Beh, Sasha Grey è Sasha Grey, la conoscete tutti. Lo sguardo, il pathos, l’energia. Impareggiabili. Non voglio dilungarmi in banalità che non farebbero altro che disincantare l’aura mistica che la circonda. Non l’ho messa al primo posto perché si è ritirata prematuramente. Da guardare quando: non c’è un quando, un come, un dove… Sasha è, e basta. Sasha è vita, Sasha è amore.

La corona di Regina del Porno va a: Tori Black!!!!

La migliore.Bellissima. Ma no, bellissima è riduttivo. Tori Black ha stile. Lo sguardo, le movenze. Innocente e fatale al tempo stesso. È stata una delle mie prime scoperte in campo pornografico, e il fatto che me la porti dietro da quasi 7 anni la dice lunga. Specialmente se si considera quanto può essere variabile il gusto erotico. Un giorno ti drizzano le bionde, un giorno le more. Un giorno le ciccione, un giorno le obese. E un giorno le balene con le tettone. Ma Tori Black non è passeggera, lei c’è sempre, c’è sempre stata quando mi ritrovavo solo in casa e annoiato. Questa è un’aperta dichiarazione d’amore, Tori. Sappi che non ti scorderò mai, nemmeno se dovessi avere una moglie bellissima e figli ritardati da bastonare con gusto. Continuerò a preferire un tuo video alla fregna di mia moglie. I Love You.

 

MENZIONE SPECIALE:

Sì, la chiamo menzione speciale, ma la verità è che me l’ero dimenticata, e non mi andava di modificare la classifica. Jillian Janson, classe 93. Un’artista. Così giovane, eppure così naturale. Sembra nata per questo. Ci mette passione, impegno e charm. Non si fa scrupoli per nessun tipo di performance sessuale, e sembra disposta a tutto per scalare le gerarchie del cinema a luci rosse. Sentiremo presto parlare di lei. Presto

A presto. Prestissimo.

Brutalberto.